Chiesa di Visignolo

La chiesa di Visignolo, dedicata a Maria Assunta, figura nei rotoli delle decime del 1302 e 1318 come dipendente dalla pieve di Baiso. Veniva chiamata anche S. Maria di Visiago o S. Maria de Visignano. Dalla documentazione storica risulta che i lavori più consistenti di ristrutturazione siano stati effettuati nella seconda metà del Seicento, periodo in cui…

Archivio Toschi

L’archivio Toschi ha sede a Casa Toschi, casa natale di Giovan Battista Toschi, nato il 16 febbraio 1848. Alla sua morte, avvenuta il 14 ottobre 1934, ha lasciato in eredità tutto il suo patrimonio al Comune di Baiso. L’archivio raccoglie il patrimonio librario che si aggira sui 1500 libri e materiali inventariati e conservati in…

Mosasauro

Nel lontano 1886 nel greto del Rio Marangone, affluente del Torrente Tresinaro, fu rinvenuto uno spettacolare fossile appartenente a uno dei più grandi dinosauri che oltre 60 milioni di anni fa popolavano il nostro pianeta. Grazie al finanziamento concesso al comune di Baiso è stato possibile procedere ad un’accurata riproduzione di questo eccezionale reperto fossile…

Torre di Debbia

Il nome “Debbia” deriva dal toponimo medioevale debelis che si riferisce ad un luogo disboscato bruciando le sterpaglie. Nel 1070 Il marchese Bonifacio, padre di Matilde, ottenne queste terre in enfiteusi dalle autorità religiose di Reggio Emilia. La prima chiesa, dedicata a Maria assunta, è databile verso la fine del secolo XII, mentre quella attuale,…

Museo diffuso

Nel borgo di Castagneto di Baiso si trova il museo intitolato allo scultore di fama internazionale Vasco Montecchi. Non si tratta di un museo concepito convenzionalmente ma di quello che si definisce un “museo diffuso” comprendente oltre trenta opere esposte a cielo aperto, nel suo piccolo borgo natale, fra i calanchi dell’Appennino. È questo un…

Castello di Baiso

Il Signore dei calanchi Il castello di Baiso si erge maestoso sullo spartiacque delle valli del Secchia e del Tresinaro, nell’ampia cornice dei calanchi che lo difendono con le loro creste argillose prima di affidarlo al verde rigoglioso del grande parco che lo circonda tutto intorno. L’antico fortilizio che la tradizione vuole innalzato dai Da…